Romero Days – Over The Dead [INTRO]

George Romero sul set di Land Of The Dead

Il 16 luglio 2017, George A. Romero si unì al coro invisibile, perchè quell’anno non aveva abbastanza miti e celebrità morte, che quell’anno sembrarono subire l'”effetto ciliegia”. Poco dopo scrissi un post sulla pagina Facebook (del Checkpoint Cafè) in cui essenzialmente esortavo a fare di più nel celebrare Romero, perchè, nonostante la sua fama più che meritata, il suo stato di leggenda, non credo che ci siamo mai davvero reso conto di quanto dobbiamo a quest’uomo, di quanto deve il genere horror a quest’uomo, diciamo di sì, ma non sono sicuro che lo comprendiano davvero.

Romero non ha inventato lo zombie in sé, e di fatti lo zombie cinematografico si può ricondurre alle leggende haitiane, allo spesso citato White Zombie, e diversi film usciti prima di Night Of The Living Dead, come la versione del 1964 de L’Ultimo Uomo Sulla Terra (basato sul romanzo Io Sono Leggenda), quella con Vincent Price, e si può ricondurre tutto ai vecchi film anni 30 dell’Universal, per ricordare che l’horror ha sempre trattato di gente che torna in vita, di non-morti, di cadaveri rianimati, dalla magia o da un virus che sia.

Ma rimane innegabile che Romero abbia praticamente inventato e popolarizzato lo zombie moderno, creando inavvertitamente il più grande sottogenere horror, che è poi è esploso durante la seconda metà anni 2000, al punto di saturazione estrema, tanto che ormai ci aspettiamo che anche una macchina da caffè abbia qualcosa a tema zombi, non perchè c’è motivo, ma “perchè no?”. Al punto che ormai “zombi” è il livello creativo più basso possibile da cui partire per situazioni di narrativa, il che non è certo colpa di George.

the walking dead romero bernecker tribute

E qui racconto la solita cosa che racconto quando parlo di Romero, ovvero che di fatto lo vidi, di persona, e non è poco per un sotto-proletario che viaggia poco/zero come me.

Lo vidi in quel di Lucca, presente per la lasciare la sua impronta di mano nella “Lucca Walk Of Fame” (e per una proiezione di Dawn of The Dead), una cosa patetica a pensarci bene, e non mi scorderò mai di come lo staff, ad un certo punto, lo lasciò nel mezzo del palco, da solo, mentre veniva proiettato un filmato di qualcosa (non ricordo cosa, non è importante) e lui era appena sotto lo schermo, appunto perchè nessuno si era dato la briga di aiutare Romero (che non era uccel di bosco) e dargli una mano a spostarsi fuori dal centro del palco.

Mi sono vergognato come un ladro io al posto dello staff. Non ci volevo credere che l’avessero lasciato lì nel mezzo, come un salame, a George A. Romero, non stiamo parlando di Uli Lommel, per l’amor del Cristo!

Romero is in the Hall Of Fame, finally

É quel tipo di persona (Romero, mica Lommel, non lo conosco di persona e pochi di voi sapranno il suo nome) che quando disse di essere contento che ancora così tanta gente fosse venuta per rivedere il suo vecchio film…. ci credetti e ci credo ancora, non mi sento mosso da Mangiafuoco a credere nell’immagine del vecchio regista umile, perchè non c’è nessuna cosa da “far bere”, Romero chiaramente è sempre stato fedele alla sue idee, ed è ironico vedere come gli zombi che altri hanno usato come principale motivo ed attrazione, per lui erano strumenti narrativi, non il focus della narrazione e delle tematiche.

Dovrei essere livido del fatto che se Romero non avesse scelto e dedicato la sua vita all’horror, avrebbe ricevuto più riconoscimenti e successo, ma va bene così, perchè scelse benissimo cosa voleva fare, e lo fece, perchè allora come oggi, non scegli l’horror se vuoi fare i milioni, avere il successo ed il rispetto della critica ed un pubblico ginormico (cosa riconfermata dall’incredibile insulto che fu vedere Get Out nominato ai Golden Globe come “commedia”, con le schifose implicazioni che ne seguono).

Poco rispetto ed uno stuolo di appassionati a volte fin troppo fedele o vitriolico, pieno di gente che non capisce o vuole nulla dall’horror se non “assassino con coltello insegue teenagers e gli accide”, come dimostrato dal fatto che Halloween III fu malvoluto dal pubblico e la gente volle indietro Michael Myers, ed altri esempi lampanti.. ma non credo sia solo questa la comunità di appassionati horror, visto che c’è tanta gente con le rotelle a posto, oltre alla minoranza vocale di beceri mangiamerda da tastiera 🙂

Dying Light tribute to Romero

Qui parlerei di come andremo a vedere l’intera serie “Of The Dead” di Romero, ma no, perchè sebbene non sia esagerato dire che Romero ha da solo istituito una mitologia horror fortissima (LA mitologia horror, se si vuole, assieme a quella classica di vampiri ed etc.), come Romero stesso disse “gli zombi sono solo strumenti, in un senso, non sono il focus dei miei film”, il regista americano non era solo “il padre degli zombi”, per quanto sia bello vederlo ricordato così, fece anche altri film nella sua carriera, i quali non dovrebbero essere ignorati.

Sì, questo mese (Romero nacque il 4 febbraio 1940, non ho scelto questo mese a caso) guarderemo al resto della filmografia di George A. Romero come regista, tutto quello fuori dalla serie “Of The Dead” (quella a tempo debito), con eccezione per Creepshow, che ho già recensito anni fa, ritengo sia un ottima antologia horror, e sul quale non ho onestamente nulla da aggiungere. Potrà sembrarvi strano visto che recensirò Due Occhi Diabolici (che è diretto da Romero ed Argento, con una storia per uno), ma non avete bisogno di sentirvi dire di nuovo che è bello, andatevelo a rivedere il primo Creepshow.

E spero non vi facciano senso gli insetti.

Iniziamo domani con There’s Always Vanilla!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...