[Retrospettiva One Piece] #8: Un’Amicizia Oltre I Confini Del Mare (2007)

One Piece Un Amicizia Ai Confini Del Mare 2007.png

Regia: Takahiro Imamura
Sceneggiatura: Hirohiko Uesada
Titolo Internazionale: One Piece Movie: The Desert Princess and the Pirates:
Adventures in Alabasta
Durata: 1 ora e 30 minuti
Storia Originale: No
Corto allegato: Dr. Mashirito & Abale-chan (spin-off di Dr. Slump & Arale)

In una mossa ancora più conservativa, dopo Il Mistero Dell’Isola Meccanica la Toei decise di saltare a piè pari l’idea di un film di One Piece con storia originale, optando per adattare direttamente il manga di Eiichiro Oda, nello specifico l’arco narrativo di Alabasta sotto forma di lungometraggio, con i Cappello Di Paglia che viaggiano nel regno di Alabasta, una terra desertica consumata da guerre intestine e siccità, il cui sovrano Cobra Nefertari è mal visto dalla gente a causa delle azioni di Crocodile, ufficialmente l’eroe del paese, che di nascosto ha mosso la sua organizzazione criminale, la Baroque Works, al fine di rubare il trono ed ottenere l’Arma Ancestrale nascosta lì, Pluton.

Quindi, la ciurma di Luffy (con in aggiunta Vivi, la principessa del regno) deve attraversare il torrido deserto, salvare la gente dai bombaroli nascosti della Baroque Works, sventare la rivoluzione ed infine sconfiggere Crocodile stesso, uno della famigerata Flotta Dei Sette, un gruppo di pirati potentissimi al servizio del Governo.

Ho fatto questa sinossi pro-forma, perchè quello di Alabasta è uno degli archi narrativi più popolari di One Piece, motivo per cui questo film esiste, i fan della serie conoscono già la storia, quindi inutile discutere il cosa, ma piuttosto il come. Per meglio riassumere il tutto in 90 minuti, i vari archi narrativi minori che confluiscono in quello di Alabasta (come Whiskey Peak e Little Garden) sono saltati a piè pari, assieme a varie scene minori e dialoghi di introduzione ed esposizione dei personaggi (per esempio Ace non è presente), al fine di tenere il focus sulla storia principale senza deviare in cose che possono appesantire la narrativa.

Con alcune piccole eccezioni sotto forma di flashback sul passato di Nico Robin, che sarebbero stati rivelati molto più avanti, e cose minori come personaggi assai secondari sostituiti da altri in alcune scene, o che appaiono in posti diversi dal manga/anime.

One Piece Un Amicizia Oltre I Confini Del Mare 2007 camel drive.jpg

Certo, non è il film per quelli che vogliono una versione iper-digest di questa saga di One Piece, visto che presume già sappiate chi sono i personaggi, cosa fanno e perchè, senza offrire nessun contesto ai non-iniziati, siccome c’è parecchia roba da comprimere in un film di durata media, ma molto probabilmente già conoscete a fondo questa parte della storia, la cui scelta non è arbitraria come sembra, essendo l’arco narrativo di Alabasta assai popolare, anche perchè uno di “inizio” serie che meglio incapsula lo spirito di One Piece, mettendo molta carne al fuoco, tra un paese sobillato alla rivolta civile da menzogne, un re da salvare, bombe nascoste, un intera organizzazione criminale che agisce per fare un colpo di stato, e soprattutto un grande villain, Crocodile, che mette alla strette e fuori dai giochi l’eroe per gran parte della storia, costringendo il resto della ciurma a cercare disperatamente di sventare il peggio da soli.

Ed è ben fatto, per quello che è, sebbene la storia originale sia fin troppo compressa, anche più del previsto, e diverse cose si perdano in questa traslazione-compressione, i momenti emotivi e le lotte salienti della saga sono lì, spesso enfatizzate da freezeframe ottimamente disegnati (che però appaiono un po’ come lussuosi eyecatch) e certe scene del manga sono replicate con maggiore fedeltà, ma anche i combattimenti che godrebbero di una durata maggiore sono vittima di questa “fretta” (mentre alcuni sono meglio in formato redux), eccezion fatta per lo scontro finale tra Luffy e Crocodile, che qui manca però della Sinfonia N.9 di Dvorak (nota come la “Sinfonia Del Nuovo Mondo”) usata nella serie TV.

Certo, l’animazione ed i disegni sono di qualità superiore alla media della serie tv, ma è lecito aspettarsi questo come minimo da un film (ed onestamente One Piece ha comunque un look un po’ grezzo a prescindere dal livello di produzione), ma la regia, pur decente, non è particolarmente cinematica, e per quanto la narrazione sia rapida ed il film scorra senza momenti lenti, sì, sembra di vedere una sorta di “compilation movie” di una serie come facevano negli anni 90, quando i distributori internazionali prendevano i primi 4 episodi di un anime, gli rattoppavano insieme, e gli lanciavano sul mercato sperando che gli appassionati di questa strana roba animata giapponese prima o poi la scoprissero.

One Piece Un Amicizia Oltre I Confini Del Mare 2007 secret salute.png

Non ho molto altro da dire, ed onestamente sono perplesso sulla stessa esistenza di un film come questo, che è davvero solo per i fan di One Piece, che hanno già il contesto, conoscono bene cosa dovrebbe succedere, e che sono interessati a vedere una versione redux per il cinema della saga di Alabasta (che va ammesso è più pratica come idea rispetto a rivedere tutti gli episodi della serie tv che coprono questo arco narrativo) con leggermente migliore animazione e disegni, i quali però vengono a discapito di scene che gioverebbero di un ritmo appena più lento, mentre per necessità di riassunto la narrazione recide parecchio e va continuamente di set piece in set piece.

Per quello che è, è ben fatto, assai godibile, ma è anti-creatività pura, con la Toei che a sto giro non aveva neanche lo sbatti di commissionare uno script originale per un film di One Piece da proiettare nei cinema, quindi rifacciamo Alabasta e ficchiamo quanto possiamo dell’arco narrativo in 90 minuti, faremo incassi grossi comunque, non c’è bisogno di inventare nulla, costa troppo. Non un fan di questo approccio.

Una risposta a "[Retrospettiva One Piece] #8: Un’Amicizia Oltre I Confini Del Mare (2007)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...