One Piece World Seeker – DLC 3: The Unfinished Map PS4 [RECENSIONE]

One Piece World Seeker DLC 3 the unfinished map.jpg

Onestamente mi ero quasi dimenticato mancasse da uscire l’ultimo DLC per One Piece: World Seeker, sapevo doveva arrivare in un generico “inverno 2019”, ma non ho visto nessuna news che avvertisse la disponibilità dal 20 dicembre in poi, o forse le ho mancate, quindi mi ritrovo all’ultimo secondo del 2019, ma ormai è una questione di sprint finali, parliamone!

“La Mappa Incompiuta” è dedicato a Trafalgar D. Law, che come Sabo capita su Prison Island per affari propri, incontrando ed aiutando i Cappello Di Paglia per caso. In questo caso è alla ricerca di un tesoro sull’Isola Fluttuante situata sopra Prison Island, e si imbatte in un ragazzino di nome Roulè, che sta cercando di mappare l’intera isola volante, continuando il lavoro non portato a termine dal padre. Come potete immaginare, Law si ritrova spesso ad aiutare il marmocchio controvoglia visto che continua a trovarselo tra i piedi ovunque vada per investigare su questo tesoro che non sembra esistere.

Ci sono un paio di nuove aree, alcune passate brevemente, ma la principale – e quella da cui giustamente iniziate il DLC – è l’Isola Fluttuante, che è nuova e più grande rispetto alle Isole del Cielo viste nel gioco base, e le zone già viste nell’avventura con Luffy qui sono meno rivisitate/riusate rispetto ai precedenti DLC.

One Piece World Seeker DLC 3 roule, boy adventurer.jpg

Law è decisamente il personaggio più interessante e diverso di quelli DLC, quello decisamente più distinto a livello di gameplay. Certo, può fare un salto a muro, ma non può ripeterlo all’infinito come Zoro, e la sua abilità speciale di movimento è funzionalmente diversa da quella di Luffy o Sabo, in quanto non è pensata per essere usata in movimento od in aria, ed essenzialmente funziona come un teletrasporto a medio-lungo raggio, il che rende Law il personaggio più adatto allo stealth di tutti quelli resi giocabili in World Seeker… e quindi è un po’ strano che non possa nascondersi in barili, e l’enfasi sullo stealth sia relativamente maggiore nella campagna di Sabo (seppure il ruolo e fazione del personaggio giustifichi ciò).

Law ha la barra Room, e questa non è consumata solo dall’usare la sopraccitata abilità di “teletrasporto” o quella per scansionare l’area (che funziona come quella di Luffy), ma anche da attacchi a distanza e da mosse caricate, e combinato con il fatto che Law può solo parare, ciò rende l’approccio al combattimento un po’ più metodico, ma ovviamente non trasforma il gioco in quello che sicuramente state pensando (sì, Oneechanbara). Penso abbiamo avuto fin troppe iterazioni su quel tipo di esperienza.

…od almeno, in teoria. Law – in maniera appropriata ai poteri del frutto Ope Ope – può anche sacrificare metà barra della vita per riempire o sovraccaricare la barra Room, il che potenzia anche i vostri attacchi per un po’, e la sua mossa speciale base (che uccide in un colpo nemici di rango basso) aiutano a compensare il fatto che Law non sia particolarmente forte, anche potenziandone l’attacco al massimo i suoi colpi. Quindi sì, ciò vi incita a fare azzardi calcolati, soprattutto nelle boss battle, il che sarebbe più divertente o intrigante se ci fosse un miglior sistema di combattimento di fondo. Ma il tentativo c’è.

One Piece World Seeker DLC 3 duck mounts.jpg

Come per i precedenti DLC, la durata è sulle ¾ ore (a seconda della difficoltà scelta o di come vi possiate dimenticare di cercare tesori per equipaggiamento/accessori, visto come sono assai utili), e l’aggiornamento software include diverse cosine anche per chi NON ha comprato i DLC, come le missioni secondarie introdotte nella storia secondaria del personaggio, la corrispettiva area aggiunta al gioco principale (e quindi esplorabile anche da Luffy), costumi scaribili gratis, e due sorpresine. La prima è un boss rush, che funziona come pensereste, non c’è nulla di particolare od elaborato in esso, e non vi limita in abilità ed equipaggiamento, quindi se – come me – avete già completato l’avventura principale al 100% e siete potenziati al massimo, sarà una passeggiata ottenere il rango più alto.

L’altra sorpresa è Karoo/Carl, il papero amico di Nefertari Vivi, che ora potete chiamare fischiando, ed usarlo come mount, capace anche di saltare e planare, oltre a travolgere nemici. Alla fine non è un’aggiunta utile o preferibile al normale metodo di locomozione, ma è divertente poter travolgere agenti del CP9 a cavallo di un papero gigante, sebbene per pochi minuti. Ed è comunque un po’ di gradito fanservice.

Nel complesso, La Mappa Incompiuta è il DLC con più cura e contenuto originale dei tre, con il personaggio che – pur condividendo le meccaniche base con gli altri – è il più caratteristico da giocare grazie alle sue specifiche abilità, la storia è semplice ma simpatica. Purtroppo rimane valido il fatto che è una breve esperienza con pochissima rigiocabilità, come tutti gli altri DLC per World Seeker, ed inevitabilmente alcuni difetti del gioco base si trovano anche qui.

One Piece World Seeker DLC 3 floating isle.jpg

Motivo per cui, anche se il gioco ora è realmente completo (non credo dovremmo aspettarci una seconda roadmap di DLC e contenuti, con Pirate Warriors 4 in arrivo a marzo 2020)… non prevedo di fare una seconda recensione di One Piece World Seeker (almeno sul blog italiano), a meno che non esca una “Gold/Complete Edition…con alcuni cambiamenti di rilievo alle basi del gameplay, cosa assai improbabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...